mercoledì 23 luglio 2008

voglia di crescere





I giorni passano e la nostra paperotta sembra stare meglio, ormai ha visto più dottori lei in questi due mesi che il cuginetto che ha un anno in più....





Agli occhi di mamma e papà è sempre più bella, affettuosa e curiosa, con una gran voglia di crescere e di imparare cose nuove. Ha imparato a tirarsi su in piedi aggrappandosi alle mani della zia e rimane dritta sulle sue gambette a lungo prima di cedere alla stanchezza.







Ha imparato a battere le sue manine quando è felice, arricciando il nasino e stringendo gli occhietti fino a chiuderli quasi del tutto.













E' poi capace di diventare seria tutto ad un tratto, e noi a perderci nel suo profondo sguardo...




A differenza dei primi giorni, non le piacciono molto gli estranei o comunque ha bisogno di tempo prima di concedersi in sorrisi con chi non conosce.
Generalmente nel passeggino rimane seria seria come se fosse imbrociata, ma poi basta sollevarla, prendendola in braccio per vederla esplodere in uno dei suoi meravigliosi sorrisi.

Le piaccono i baci, ma non troppo, quelli del papà che sono pungenti per la barba le fanno il solletico, facendola ridere a crepapelle.
Chiacchiera tanto, ora è il periodo del "ba-ba", "pa-pa" e purtroppo il "ma-ma" non si sente più, sigh!
Mangia con piacere, nonostante l'antibiotico a go go... ma ha lo stimolo a spingere e a sforzarsi, seduta sul seggiolone, sudando e grondando come se fosse sotto la doccia, come se dovesse "produrre" chissà che cosa e poi il pannolo il più delle volte è vuoto... non sarà che ha preso dal babbo?!! hi!hi!

giovedì 17 luglio 2008

Nell'attesa di andare al mare






Nell'attesa di andare al mare almeno approfittiamo del giardino di casa per goderci un po' di fresco, di colori e di profumi...

Domani visita al reparto neonatale di Ferrara...lunedì presso quello di Bologna, speriamo che a questo giro si mettano d'accordo su diagnosi e cura....

e da mercoledì speriamo di essere finalmente in vacanza!


In questi giorni dei nostri cari amici sono in Vietnam per incontrare la loro piccola e la mia mente si è affollata di ricordi nostalgici... ammetto che quando eravamo lì era forte il desiderio di tornare a casa, ma ora non so cosa darei per poter essere di nuovo lì. Sono contenta, perchè per quanto ci è stato possibile, abbiamo girato in lungo e in largo per le stradine di Hanoi, ma il Vietnam è tanto altro... e noi abbiamo visto pochissimo. Non so se fra qualche anno avremo la possibilità di rifare il percorso adottivo per dare una sorellina o un fratellino a Y Nhi, il pensiero e il desiderio c'è.... ma sicuramente andremo con la nostra paperotta, appena sarà un po' più grande, a conoscere meglio quel paese di forti contrasti che ci ha fatto il dono più grande che potessimo mai ricevere....

giovedì 10 luglio 2008

nove mesi


Eh sì la piccola Y Nhi sta diventando sempre più grande ed è meraviglioso starle vicino e vederla crescere, soprattutto emotivamente, con i suoi sorrisi, con il suo sguardo che ti segue passo passo, con la sua vocina che sembra chiamarti quando ti vuole con te.


La nostra vita è completamente cambiata da quando è arrivato il nostro gioiello, è meravigliosamente cambiata, ammetto che a volte la stanchezza si fa sentire, ma sarei stata disposta a triplicarla se fosse stato necessario.

Oggi compie nove mesi e per la prima volta ha detto "mamma" sembra intenzionalmente, mi stavo allontanando dalla stanza in cui si trovava con la zia e prima che potessi uscire ha urlato forte "mamma"! E' vero che quando scoppia a piangere chiama sempre mamma ma credo che le venga naturale la silaba "ma" quando piange... ih! ih! ma è musica per le mie orecchie!


Sta facendo tante esperienze e cresce serena, come si può vedere dalle foto




sulla moto dello zio Eddy










giocando con il suo cuginetto

Simone che tanto la fa ridere






Sguazzando come una paperotta nell'acqua che sembra il suo elemento naturale




video




Giocando con il babbo sul divano





Unico neo, la brutta bronchite che non accenna a migliorare... se non che siamo andati al pronto soccorso per avere un altro consulto, dopo due settimane di cura senza miglioramento alcuno, uno comincia a proccuparsi, no?! il dottore che l'ha visitata dice che fondamentalmente non era ancora guarita completamente dalla broncopolmonite che si era presa in istituto, l'ha definita malattia di comunità ben radicata, da aggredire con un antibiotico più potente. Oggi dopo un giorno di nuova cura sembra stare già meglio, speriamo che sia l'inizio della guarigione. Comunque come mi è stato consigliato da una cara amica del forum, di fronte a questi problemi che sembrano di lieve entità, ma non lo sono, non dobbiamo temere di chiedere un consulto con un pneumologo, soprattutto quando si tratta dei nostri cuccioli che hanno vissuto a lungo in istituto, venendone fuori chi più chi meno con gravi difficoltà respiratorie.

Ora non vediamo l'ora di potercene andare finalmente al mare a goderci un po' di vacanze tutti e tre insieme (ops quattro con il cane)!